Difesa con arma illegittimamente detenuta

legislazione armiera, novità legislative e amministrative, giurisprudenza e dottrina.
Rispondi
elzide
Livello 1
Livello 1
Messaggi: 247
Iscritto il: 19/11/2018, 11:07

Difesa con arma illegittimamente detenuta

Messaggio da elzide » 31/07/2021, 13:02

L'art.52 comma 2 del Codice Penale, così come modificato dalla Legge sulla legittima difesa n. 36 del 26 aprile 2019, sancisce quanto segue: "Nei casi previsti dall'articolo 614, primo e secondo comma, sussiste sempre il <<rapporto di proporzione>> di cui al primo comma del presente articolo se taluno legittimamente presente in uno dei luoghi ivi indicati usa <<un'arma legittimamente detenuta>> o altro mezzo idoneo al fine di difendere a) la propria o la altrui incolumità, b) i beni propri o altrui, quando non vi è desistenza e vi è pericolo d'aggressione."
***
Il che, interpretato alla "lettera", potrebbe significare che, qualora io mi difenda con una pistola la cui scadenza di "legittima detenzione" scade il primo agosto, ma io mi dimentico di rinnovarla tempestivamente:
- se io la uso per sparare in casa mia ad un ladro il 31 Luglio, mi viene applicata la presunzione di "proporzionalità" della legittima difesa;
- se, invece io la uso per sparare in casa mia ad un ladro il 2 Agosto, la presunzione di "proporzionalità" della legittima difesa non mi può più essere applicata, perchè ormai io detenevo in modo illegittimo.
***
Secondo me, quella in questione, è una disposizione assolutamente "incongrua", in quanto non sussiste la benchè minima connessione logica tra il legittimo possesso di un'arma, e il modo più o meno "proporzionato" di utilizzarla per difendersi.
***
Ed infatti, almeno secondo me, se io sparo a degli aggressori armati che minacciano di uccidermi in casa mia, qualunque sia l'arma che io utilizzo per difendermi, la mia difesa dovrebbe comunque considerarsi sempre "proporzionata"; e, questo, a prescindere dalla circostanza che la licenza di detenzione di quell'arma sia scaduta, ovvero, addirittura, anche se io non ne abbia mai denunciato il possesso.
***
Ed infatti:
a)
Se, per difendermi, io ho usato un'arma "illegittimamente" detenuta, ai sensi dell'art. 697 del Codice Penale, è del tutto "giusto" che io venga sanzionato con l'arresto da tre a dodici mesi o con l'ammenda fino a euro 371, per detenzione abusiva di un'arma per la quale era prevista la denuncia; su questo non c'è dubbio alcuno, perchè io ho violato una norma di legge!
b)
Però, secondo me, non è affatto giusto che mi venga negata anche la presunzione della "proporzionalità della legittima difesa" di cui all'art.52 comma 2 del Codice Penale, per il solo fatto che mi sono difeso con un'arma "illegittimamente" detenuta; ed infatti la legittimità o meno dell'arma, di per sè, non incide minimamente sulla "proporzione" della mia reazione difensiva.
***
Secondo me, quando il redattore della legge incentra (secondo me immotivatamente) la sua attenzione sulla "legittima detenzione di un'arma", non si rende conto che, almeno per quel che concerne le "armi da fuoco", di per se stesse (se scariche o se caricate a salve) sono abbastanza innocue, sia se detenute legittimamente sia in caso contrario; ed infatti una "pistola scarica" al massimo la si può tirare in faccia a qualcuno, ma ben difficilmente con esito letale.
Quello che conta sono le munizioni che ci stanno dentro!
***
Pertanto, ciò che, invece, secondo me sarebbe stato molto più ragionevole, ai fini della "presunzione di proporzionalità della difesa":
- non era tanto di pretendere la "legittima detenzione di un'arma";
- quanto, piuttosto, di pretendere la "legittima detenzione, e l'uso, di determinati tipi di munizioni".
***
Ed infatti, se io conservassi nel cassetto del comodino una normale pistola, "legittimamente denunciata e detenuta", ma illecitamente caricata con pallottole "a punta cava", mi metterei anticipatamente in condizione di reagire con una difesa decisamente "sproporzionata", nel caso in cui dei ladri si introducano di notte in casa mia; e solo in tal caso, secondo me, molto più ragionevolmente il legislatore dell'art.52 CP avrebbe potuto considerarmi decaduto dal diritto di fruire della "presunzione di legittimità della difesa".
***
Pertanto, per concludere, a mio parere, sarebbe stato molto più logico e razionale, ai fini della "presunzione di proporzionalità della difesa":
- non tanto pretendere la "legittima detenzione di un'arma di un certo tipo o di un altro";
- quanto, piuttosto disconoscere tale favorevole presunzione, a chi, sia pure per difesa, tiene nel cassetto del suo comodino, una pistola "precaricata" con "munizioni proibite".
***
Ma questa è solo la mia discutibile opinione!
Voi cosa ne pensate? :giudice: :
***

Rispondi